da "VAOL.IT" dell'11/01/2011

Articoli su Davide e il suo mondo apparsi su giornali e riviste

Moderatore: Baristi

da "VAOL.IT" dell'11/01/2011

Messaggioda Fantasmino » mar gen 11, 2011 10:33 pm

http://www.vaol.it/it/notizie/sertori-l ... erale.html

Sertori (Lega) scrive a Davide Van de Sfroos: 'A Sanremo canta Viva l'Italia Federale
Lettera aperta del presidente della Provincia di Sondrio: 'Sarebbe di buon auspicio, sarebbe un esplicito invito a non guardare più solo al passato'.


Davide Van De Sfroos canterà "Viva l’Italia" con Francesco De Gregori al festival di Sanremo: un'idea che non è andata giù ai leghisti. Secondo quanto riportato dal quotidiano “la Padania” l’esibizione del cantante comasco con De Gregori: «suona nè più, nè meno come il Forza Italia della celebre discesa in campo. È un tirare la bandiera da una parte. Ed è chiaro il contrappasso: canta pure nella tua lingua, ma per evitare l’odioso sospetto che il dialetto sia leghista beccati De Gregori. Peccato che così facendo, Van De Sfroos sia passato dalle simpatie leghiste alla voracità militante di sinistra».
Ecco allora la proposta del presidente della Provincia di Sondrio, Massimo Sertori (Lega Nord), nella lettera aperta rivolta al cantate.

"Caro Davide, a distanza di qualche mese dalla tua visita in Valtellina, ti scrivo per ringraziarti ancora una volta per il sostegno che hai voluto dare alla nostra battaglia sulle acque, una battaglia di dignità perché ad un territorio che, nel corso degli anni, ha dato tanto, oggi resti anche qualcosa oltre che in termini di risorse anche di speranze per il futuro. Abbiamo avuto l’onore di averti ospite nella nostra Valle più volte. Sei diventato cittadino onorario di Sondalo e di questa comunità hai cantato le fatiche e i sogni dei minatori di Frontale.

La tua arte, le tue parole sono state e continuano ad essere un contributo significativo per la nostra terra così aspra e allo stesso tempo ricca di suggestioni legate ad una cultura ricca e profonda.

I nostri dialetti, simili a quelli dell’alto lario, fanno parte non solo della nostra tradizione linguistica, ma anche della nostra identità. Il fatto che tu canti in dialetto per me non rappresenta un espediente artistico per sdoganare un certo tipo di folklore, bensì la precisa volontà di raccontare storie di genti e di luoghi che altrimenti sarebbero privati della parte più profonda della loro anima e dunque della loro identità. Questa tua propensione artistica ho visto ti porta spesso a sposare anche cause all’apparenza minori poiché originate da “terre minori” come nel caso della nostra “Giornata dell’Acqua” così importante per noi e per il nostro futuro.
Un attestato di stima il mio, dunque, non solo al cantautore, ma anche e soprattutto all’uomo in grado di rendere il suo percorso artistico anche un cammino di coraggio e di coerenza. Attendo con impazienza di ascoltare “Yanez” al Festival di San Remo così come la tua versione di “Viva l’Italia” di De Gregori, una canzone questa densa di melanconia per un Paese ricco di contraddizioni, molte delle quali non più giustificabili, non a distanza di 150 anni dall’unità.

Un testo per quanto poetico, secondo me, povero di quello spirito oggi così necessario per guardare al futuro, un futuro nuovo, un futuro positivo per tutti noi e per i nostri giovani schiacciati invece dal dilagante peso del pessimismo.

Se questo nostro Bel Paese non cambia marcia, credo che non ci resti altro da fare che, per l’appunto, continuare a cantare del passato utilizzando toni e tinte di tristezza e di constatazione, vinta e impotente, di tutte quelle “cattive abitudini” che hanno contribuito a fare dell’Italia e degli italiani spesso delle macchiette. E allora perché non ti concedi una licenza artistica e nel cantare la canzone di De Gregori non cimetti anche un “Viva l’Italia Federale!!!”, le possibili assonanze tra l’altro non mancano. Sarebbe di buon auspicio, sarebbe un esplicito invito a non guardare più solo al passato, mafinalmente ad un futuro nuovo, più equo e giusto per tutti.

Con la stima di sempre

Massimo Sertori - Presidente della Provincia di Sondrio"
Fantasmino
 
Messaggi: 574
Iscritto il: mar gen 07, 2003 12:24 am
Località: milano

Messaggioda Fantasmino » mar gen 11, 2011 10:39 pm

Ecco un altro personaggio che ha perso una buona occasione per stare zitto...

Ma non potrebbero chiedere all'ex ministro castelli se davide e de gregori si conoscono? lui era in prima fila quando hanno cantato insieme "generale" e "sciur capitan" all'arcimboldi.
"Il lavoro è il rifugio di coloro che non hanno nulla di meglio da fare"
OSCAR WILDE
Fantasmino
 
Messaggi: 574
Iscritto il: mar gen 07, 2003 12:24 am
Località: milano


Torna a Rassegna stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron