Da: "www.ticinonews.ch" del 23-02-2011

Articoli su Davide e il suo mondo apparsi su giornali e riviste

Moderatore: Baristi

Da: "www.ticinonews.ch" del 23-02-2011

Messaggioda Lohana » mer feb 23, 2011 11:22 pm

Davide Van De Sfroos: vi racconto il mio festival

Il tour partirà da Locarno e "Yanez" risulta essere il terzo brano più scaricato dalla rete

E' stato un ottimo festival di Sanremo per Davide Van De Sfroos, il cantautore comasco ha sfidato il palco dell'Ariston portandoci per la prima volta il dialetto lombardo e visto il quarto posto conquistato nella classifica finale e il terzo attuale nella classifica dei singoli più scaricati da I-Tunes possiamo affermare che ha vinto alla grande la sua sfida. "E' stata una settimana intensa ma sono riuscito a viverla nella totale serenità" racconta De Sfroos, "Alcuni colleghi come La Crus o Pezzali già li conoscevo, altri li ho conosciuti in questa occasione ed è stato bello perchè mi sono sempre chiesto cos'avranno da dire gente come Tricarico o Madonia giù da un palco, è stato interessante scoprirlo".

Sin dalla prima esibizione il cantautore laghè è riuscito a trasmettere la sua anima da "animale da palco" vincendo l'emozione dell'Ariston, che a detta di tutti ha un palco che fa tremare le gambe a chiunque. "Ricordo di aver cavalcato questo palco tre o quattro volte durante il Premio Tenco e anche lì c'era un certo tremito, è successo anche con la nostra Yanez ma io sono convinto che a rendere questo palco tale è anche la pressione che ti viene trasmessa dall'esterno, se riesci a rimanere un po fuori da tutto questo e sali con la tua band, la tua canzone, la tua faccia e non hai altro da fare che essere te stesso, vivrai la giusta vibrazione ma non avrai problemi a cavalcarlo".
Certo è che debuttare al festival di Sanremo è ben diverso che trovarsi al Premio Tenco e difficoltoso anche per chi ha l'esperienza e le carte in regola per farlo, nel caso di Davide Van De Sfroos ancora di più per il fatto che ha portato una canzone in dialetto tremezzino. Eppure il ritmo e l'energia della canzone hanno convinto e lui ha raccolto voti un po ovunque e non solo in lombardia riuscendo a placare ogni polemica o strumentalizzazione, "E' quello che sognavo, la risposta di un popolo intelligente che ascolta la canzone e nient'altro è stata per me una grande vittoria" racconta Davide soddisfatto.

La canzone di Davide Van De Sfroos si intitola "Yanez", è dedicata al padre e contiene una citazione degli abitanti di Varese definiti pirati, "Mio padre in tanti versi aveva una certa somiglianza con l'amico di Sandokan" racconta De Sfroos aggiungendo che "in ogni luogo dove mi capita di andare tra le prime cinque persone che incontro ce n'è una di Varese, quindi la citazione dei pirati da vares ci stava benissimo".
Una citazione questa che in questi giorni sta facendo discutere i media delle due citta che da sempre sono rivali, ieri un quotidiano comasco polemizzando con diversi quotidiani varesini con la colpa di aver messo in luce questa citazione titolava "Varese fatti più in là, De Sfroos è comasco".

Il nuovo album di Davide Van De Sfroos si intitolerà "Yanez" e arriverà nei negozi il prossimo mese ma è curioso constatare come nel frattempo stia risalendo le classifiche di vendita "Pica", l'ultimo album del cantautore comasco. Naturalmente ci sarà anche un tour che toccherà tutte le piazze d'Italia ma partirà da Locarno il 26 marzo. Come voler sottolineare che Davide Van De Sfroos non dimentica da dove è partito.

Riccardo Pellegrini
Lohana "Mastra Lucertolaia".
".... 'na stéla giàamò crépàda che ségüüta a lüsìi de la ràbbia..."
Lohana
 
Messaggi: 458
Iscritto il: mer feb 19, 2003 6:39 am
Località: Albavilla -CO-

Torna a Rassegna stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

cron