da MerateOnline.it

Articoli su Davide e il suo mondo apparsi su giornali e riviste

Moderatore: Baristi

da MerateOnline.it

Messaggioda VanDeOmar » mar ago 05, 2003 9:01 am

Nota: vero, l'articolo tocca solo marginalmente il fenomeno DVDS ma ricordo a tutti che il concerto annuale di Cernusco appartiene alla kermesse `A forca da partilha`, il cui scopo e' raccogliere fondi per quanto segue.


Don Marco Tenderini porta in Brasile 37 ragazzi

Lavoreranno nei centri sostenuti da ``A forca da partilha``

I giovani partiti da Cernusco insieme a don Marco Tenderini

Sono in 37 i giovani che insieme a don Marco Tenderini, già coadiutore a Cernusco e ora cappellano carcerario al Sanquirico di Monza, alle 7.30 di domenica mattina sono partiti per raggiungere Malpensa e imbarcarsi sul volo che li ha condotti prima a Lisbona quindi in Brasile.
Per trascorrere nel sud del mondo una ventina di giorni aiutando i meninos de rua, i ragazzi di strada, dell’America Latina e con loro condividere lavoro, impegno e festa.
Con un bagaglio di 54 chilogrammi, ciascun partecipante è partito da Montevecchia, Cernusco e da diversi paesi della provincia di Bergamo insieme a don Marco, sacerdote degli ultimi che nel 1997 ha deciso di conoscere la realtà brasiliana per intraprendere un cammino di solidarietà.
E il sacerdote ha poi scelto di ritornare in Brasile nel 1999 insieme ad una cinquantina di giovani, e ancora nel 2001 con altri aderenti.
Ai bagagli con giochi, vestiti e solidarietà e fondi che puntualmente partono per l’America povera, si è aggiunta, di anno in anno, la speranza di molti ragazzi che hanno accolto la sfida del sacerdote, prima nell’organizzazione di “A forca da partila”, la forza della condivisione che passa per la musica di Nomadi, Van De Sfroos e altri gruppi; poi con un periodo di responsabilità in Brasile nei tre centri sostenuti dalle manifestazioni cernuschesi.
“Ne avevo sentito parlare, quasi per caso” ci ha raccontato Luca Scaccabarozzi, giovane consigliere comunale di Montevecchia, riferendosi alla proposta di trascorrere l’estate in Brasile.
“Ai concerti ho sempre partecipato, poi alcuni amici mi hanno prospettato di partire e dopo una breve riflessione ho accettato.
Ma prima ancora che comunicassi la scelta, don Marco mi aveva già prenotato il biglietto aereo.
Spero che questa esperienza possa farmi conoscere le condizioni di vita di altri uomini, tentando di aiutarne qualcuno”.
Insieme ai giovani lombardi raggiungeranno il Brasile anche tre ragazzi di Roma, membri del Nomadi Fans Club “Le Strade” che ha collaborato nell’organizzazione delle serata musicali presso l’oratorio di Cernusco, insieme ai Giullari della Brianza, altro gruppo amico dei Nomadi che ha sposato la causa dei poveri meninos brasiliani e che parteciperà con alcuni rappresentanti al periodo di lavoro in America Latina.
I giovani saranno suddivisi in tre gruppi. Un primo lavorerà presso la Parrocchia di Mata Escura e Calabetlao di Salvador Bahia, nei i due centri educativi e di azione pastorale e scolastica della città fortemente sostenuti da “A forca da partila”. Altre persone saranno impegnate a Recife, a 900 chilometri da Salvador, nella comunità di lavoro attiva nella raccolta dei rifiuti e nel loro smistamento e riciclo. Per poi rimettere sul mercato i materiali recuperati e permettere a tante famiglie di condurre una esistenza dignitosa. Infine un terzo gruppo, guidato da don Marco, ccordinerà gli interventi dei centri di Recife e di Salvador bahia. Il gruppo lascerà il Brasile tra il 21 e il 23 agosto prossimi.
VanDeOmar
 
Messaggi: 87
Iscritto il: gio feb 20, 2003 9:00 pm
Località: Merate

Torna a Rassegna stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron