da: "Il Corriere di Como online" 17/06/04

Articoli su Davide e il suo mondo apparsi su giornali e riviste

Moderatore: Baristi

da: "Il Corriere di Como online" 17/06/04

Messaggioda marina » gio giu 17, 2004 3:30 pm

'Spirito del pianeta', Erba è cosmopolita
A LARIOFIERE LA KERMESSE





Lo sguardo di due coloratissimi Tuareg, che ammiravano con occhi incantati le dolci acque del nostro lago, per entrare nel clima della quarta edizione, la seconda in terra lariana, dello Spirito del Pianeta. Abituati all'arido deserto, così come i rappresentanti dei Masai, invitati ieri a Villa Saporiti alla presentazione di questo Festival internazionale di gruppi etnici e tribali, non potevano non avere uno sguardo curioso per tutto ciò che i comaschi sono abituati ad osservare con la fuggevolezza del quotidiano.
In questo senso anche l'intervento di Davide Van De Sfroos, che ha inoltre sottolineato l'importanza di uno scambio culturale, attraverso la musica, i costumi e le usanze, tra popoli che vivono realtà e situazioni così diverse tra loro. In questo momento, così ricco di contrasti per il mondo occidentale, il confronto con gli "altri mondi " diventa passaggio inevitabile.
Patrocinato dall'amministrazione provinciale, il progetto verrà inaugurato domani, dopo le tappe di Roma e Bergamo, al polo espositivo Lariofiere di Erba. Si articolerà in dieci serate, ognuna delle quali vedrà la partecipazione di tribù provenienti da ogni continente: dagli Aztechi agli Incas, dagli Innù agli Apaches.
Il via, dunque, domani alle 18 con l'accensione del "Fuoco Sacro" e, a seguire i balli degli Aztecas, gruppo che rappresenterà uno dei popoli più evoluti dell'America precolombiana, attraverso rituali e danze scandite al ritmo dei tamburi primitivi. All'interno della manifestazione, che terminerà domenica 27 giugno, verrà allestito, grazie alla costruzione di capanne rappresentative di tutti i popoli invitati, un villaggio attraverso il quale i visitatori potranno assistere a momenti tipici della vita quotidiana dei Nativi americani.
Inoltre, un piccolo museo etnico mostrerà al pubblico gli oggetti tipici della tradizione secolare di tante e poco note etnie, che saranno anche oggetto di laboratori e seminari che animeranno l'apertura di ogni serata. Dopo la positiva esperienza dello scorso anno all'ex Galoppatorio di Villa Erba, Larioeventi ha trovato la piena disponibilità dell'ente Lariofiere, che ha messo a disposizioni gratuitamente la grande area del polo fieristico di Erba, location che permetterà di utilizzare sia gli spazi interni per i mercatini etnici, sia quelli esterni per i concerti e i servizi di ristorazione che presenteranno diverse sorprese culinarie. Da sottolineare, ancora una volta, il grande impegno organizzativo dell'associazione 'Sesto Sole'.
Altro evento significativo della kermesse sarà l'incontro pubblico di martedì 22 giugno alle 21 cui interverranno Davide Van De Sfroos e il prof. Aldo Bonomi, per rendere comprensibili a tutti i motivi per i quali è fondamentale non disperdere le radici culturali di un popolo. L'esempio sono gli Eschimesi Innù, un tempo tribù di cacciatori nomadi, che ancora oggi vive principalmente tra le foreste del Quebec-Labrador e la tundra canadese.



Maurizio Pratelli
marina
 
Messaggi: 971
Iscritto il: mer feb 19, 2003 5:38 am

Torna a Rassegna stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron