da: "La Provincia di Como"

Articoli su Davide e il suo mondo apparsi su giornali e riviste

Moderatore: Baristi

da: "La Provincia di Como"

Messaggioda marina » mer giu 18, 2003 4:14 pm

Etnica
«Lo spirito del pianeta»
Cernobbio diventa per cinque giorni il centro del mondo

L o «Spirito del pianeta» parte da Cernobbio. Per cinque giorni Villa Erba diventerà il centro del mondo, ospitando artisti provenienti dal Sudamerica, dall’Africa, dall’Asia e perfino dal continente antartico. Il festival, giunto alla sua terza edizione, ha chiuso i battenti domenica scorsa a Chiuduno per trasferirsi sulle rive del Lario. A fare gli onori di casa sarà Davide Van De Sfroos, in concerto stasera alle 21 nell’area dell’ex galoppatoio sotto il tendone che, da domani, ospiterà questa colorita rapresentanza di musiche e culture da tutto il mondo. E la manifestazione, portata nel comasco dall’assessore al Turismo e al Tempo libero della Provincia Gianluca Rinaldin e dall’associazione LarioEventi, non si limita ai concerti. Ci saranno anche mercatini e stand di prodotti tipici, tenendo in considerazione anche quelli delle terre insubriche. Gli stand saranno visitabili fin dalle 18 di domani pomeriggio, in attesa del concerto del cantautore laghée, così come il villaggio di capanne, allestito nel rispetto di quelli dove vivono realmente questi artisti. Sono un’etnia, i laghée? Paragonabile ai discendenti degli Incas, dei Maya, degli Aztechi o ai Sami della Lapponia? Forse no: di certo hanno una fortissima identità culturale che proprio Van De Sfroos ha contribuito a esportare in tutta la Penisola. Passati i tempi in cui si cercava di circoscriverlo come fenomeno locale (tanto è vero che oggi ci sarà la troupe di «Verissimo» a riprenderlo), il capo dei “cauboi” è pronto a fare da anfitrione a questi popoli. La sua attenzione verso le altre culture non è cosa nuova. Solo nel vendutissimo Laiv compare una rappresentanza pellerossa a “tribalizzare” Hoka Hei . E registra una certa emozione, Van De Sfroos, lui che questi popoli li ha conosciuti da italiano, attraverso i film e i fumetti d’avventura ( Tex , Zagor , Ken Parker ) e ora se li ritrova in casa, proprio in riva al suo lago. «Lo spirito del pianeta» proseguirà domani: il galoppatoio aprirà il cancello alle 18.30. Alle 20.45 si esibiranno gli Incas Sayaka, provenienti dal Perù e eredi di una tradizione musicale antichissima. Subito dopo, alle 21.45, i monaci tibetani del centro Rabten Ghe Pelling di Milano, che proporranno l’incredibile vocalità del canto komi, una tecnica, sviluppata nel corso di millenni, che permette loro di emettere note e armonici dalla durata pressoché infinita. Al. Br.
marina
 
Messaggi: 971
Iscritto il: mer feb 19, 2003 5:38 am

Torna a Rassegna stampa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

cron